Il Blog dell'Hotel Sasso

mensile di informazioni e news turistiche e del territorio
Contattaci per un tour ad hoc per te !

Fin da bambino mi ha sempre affascinato una villa poco distante dal mio Hotel, Villa Bianca, meglio conosciuta come Villa Grock.

Un luogo magico, avvolto nel mistero, dove leggende e curiosità hanno sempre incuriosito tutti quanti, anche solo passando davanti ai suoi cancelli.

Villa Grock è indubbiamente uno degli edifici più bizzarri che si possano trovare nella riviera dei fiori: il suo proprietario, Charles Adrien Wettach, in arte Groch, è stato il più grande clown di tutti i tempi.

Ed è di lui che vi voglio raccontare…
Figlio di un orologiaio con l’interesse per le acrobazie, riuscì a trasmettere la sua passione al figlio Charles che, alla giovanissima età di quattrodici anni, si unì ad una compagnia di circensi come illusionista, funambulo e uomo-serpente.

Nel corso degli anni imparò l’arte dell’equilibrismo, dell’acrobazia sui cavalli e numeri di magia, fino al contorsionismo.
Imparò a suonare un’infinità di strumenti, tra cui il pianoforte e il violino, sui quali basava molti dei suoi spettacoli da clown.

Nel suo percorso circense girò il mondo in lungo e in largo e venne eletto, dal pubblico, il re dei clown.
I sui spettacoli erano studiati e preparati nei minimi dettagli, con lo scopo di stupire e incantare gli spettatori.

E dopo aver divertito anche Charlie Chaplin, diede l’addio definitivo al mondo del circo, rifugiandosi nella sua villa ricca di affreschi e particolarità architettoniche legate al mondo dell’arte circense.
Tuttavia, poco si sa del Grock dietro la maschera da clown: la sua figura è sempre stata avvolta dal mistero, proprio come la sua Villa.

Di certo Villa Grock è unica nel suo genere, ha un fascino innegabile dettato dall’aria fiabesca e clownesca che emana.
Il giardino rispecchia lo stile della villa, è dominato da un laghetto centrale dove Grock amava pescare e nuotare. Al centro del laghetto vi è un piccolo isolotto raggiungibile solo grazie a uno ponte molto stretto.

Tanta bellezza purtroppo, dopo la sua morte, venne lasciata sfiorire fino all’intervento della Provincia che acquistò l’immobile, salvando la villa.
Dopo una lunga ristrutturazione, i giardini di villa Grock sono stati aperti al pubblico e, finalmente, è visitabile anche il palazzo.

Villa Grock è un luogo talmente affascinante e particolare che nel 2015 è stato set del remake ufficiale della famosissima “Thriller” di Michael Jackson.

Lasciatevi trasportare, per una giornata, nel mondo di “Charles Adrien Wettach”, rappresentato in maniera unica all’interno della sua villa e del parco circostante.
Questa Villa è diversa da ogni altra costruzione al mondo… Non ha uno stile definito, e nemmeno un’unione di più stili.
Villa Grock è Grock.